Gli Stati Uniti d’Europa per uscire dalla crisi!

Let’s open the European Umbrella!

Dal 15 al 22 luglio scorsi si è svolto il seminario “Luciano Bolis” 2013, presso l’Albergo Belvedere al Passo dei Carpinelli (LU). Si tratta della XII edizione del seminario regionale di formazione europeista e federalista, collegato al concorso “Cittadini Europei, Cittadini del Mondo”.
Hanno partecipato nel complesso 12 tra organizzatori e animatori MFE/GFE provenienti da tutte le sezioni toscane e 34 vincitori del concorso “Cittadini Europei, Cittadini del Mondo” bandito dalla Regione Toscana, provenienti da Volterra (9), San Marcello Pistoiese (6), Pisa (4), Firenze (4), Prato (2), Pistoia (2), Viareggio (1), Grosseto (1), Siena (1), Cortona (1), Massa (1).
La valutazione delle singole relazioni e dell’intera iniziativa è stata molto positiva da parte dei partecipanti. Il programma è stato diviso quest’anno in una prima parte, inaugurata dal segretario nazionale del MFE Franco Spoltore e dai saluti di tre membri del Direttivo AICCRE Toscana, dedicata all’attualità e alla crisi guardata da diversi punti di vista (politico, Tommaso Visone; economico, Fabio Masini; internazionale, Roberto Castaldi; delle risposte intergovernative in Europa, Federica Martiny; della cooperazione allo sviluppo, Alberto Majocchi). La seconda parte ha invece allargato l’orizzonte dei partecipanti alle ragioni di lungo termine e alle basi etiche e scientifiche della lotta per l’unificazione federale dell’Europa (processo di globalizzazione, Massimo Vannuccini; federalismo e scienze storico-sociali, Francesco Pigozzo; il processo di unificazione europea dalla guerra a oggi, Giulio Saputo; federalismo e potere, nel cinquecentesimo anniversario dalla pubblicazione del Principe di Machiavelli, Luigi Zanzi; linea teorica, politica e strategica nel pensiero federalista, Luigi Vittorio Majocchi).
Esattamente a metà seminario, abbiamo sperimentato una nuova modalità di parlare della militanza federalista, grazie a Stefano Castagnoli che ha accettato di intervenire su questo tema dopo la proiezione serale della video-intervista a Gastone Bonzagni “Come ho tentato di diventare europeo”.
Dal punto di vista dell’attività didattica, abbiamo consolidato lo schema adottato da diversi anni nel seminario toscano: relazione del mattino cui seguono gruppi di lavoro e dibattito in plenaria + relazione del pomeriggio cui segue direttamente il dibattito in plenaria. In occasione dell’inaugurazione si è svolta una prima sessione di lavoro informale nei gruppi, volta a far rompere il ghiaccio ai partecipanti e a valutare le loro conoscenze di partenza. Nell’ultima sessione del seminario, invece, abbiamo sperimentato un’attività di apprendimento cooperativo e attivo, unanimemente apprezzata dai partecipanti e in cui tutti hanno potuto mettere autonomamente alla prova le -conoscenze e le competenze acquisite durante l’intensa settimana precedente: ogni gruppo ha dovuto infatti lavorare e discutere in plenaria su un problema di attualità e su un concetto-chiave estratti a sorte e concepiti come stimolo ad adottare in proprio una prospettiva federalista e sovranazionale nel riflettere su quanto viene quotidianamente dibattuto in chiave nazionalista sui mass-media, nelle assemblee politiche e nelle conversazioni comuni.
Le riprese video dei lavori verranno pubblicate sul sito MFE Toscana a cura di Daniela Martinelli.