Gli Stati Uniti d’Europa per uscire dalla crisi!

L’Europa del popolo è la federazione europea

Il Presidente del Consiglio Conte a Davos si è dovuto ancora una volta arrampicare sugli specchi per cercare di attenuare l’isolamento italiano, di rimediare alle improvvide uscite dei suoi vice e di rispondere all’accordo di Aquisgrana tra Francia e Germania. Il problema è che per farlo ha mostrato che l’Italia …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/01/24/l%e2%80%99europa-del-popolo-e-la-federazione-europea/

Calenda, il centro-sinistra e l’europeismo

Carlo Calenda ha lanciato un sito“Siamo europei” – il cui titolo ha una notevole assonanza anche con quello di questo Blog – che mostra consapevolezza del significato storico dell’integrazione europea e contiene molti buoni e condivisibili propositi riguardo alle politiche europee. Il fulcro della proposta è un “Manifesto per la …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/01/21/calenda-il-centro-sinistra-e-l%e2%80%99europeismo/

Le lezioni della Brexit e gli errori da evitare

Il Parlamento britannico ha bocciato l’accordo faticosamente negoziato per 2 anni con l’UE per un’uscita regolata, che salvaguardi la pace in Irlanda del Nord. A quasi 3 anni dal referendum sulla Brexit il Regno Unito ancora non sa quello che vuole. Non c’è una maggioranza favorevole a nessuna delle opzioni …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/01/16/le-lezioni-della-brexit-e-gli-errori-da-evitare/

Dilettantismo o fascismo al potere?

Oggi su Repubblica ci sono due editoriali – di Stefano Folli “Un dilettantismo mai visto” e del direttore de L’Espresso Marco Damilano “Le parole non bastano” – che letti insieme pongono un interrogativo drammatico: le persone al governo sono semplicemente dei dilettanti allo sbaraglio, o peggio sono ispirati a una …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/01/08/dilettantismo-o-fascismo-al-potere/

I primi 20 anni dell’euro: le cose non dette

L’Euro è nato il 1 gennaio 1999, esattamente 20 anni fa. Da quel giorno il cambio tra le vecchie monete nazionali e l’euro è divenuto irreversibile, e sui mercati si è potuto scambiare solo euro. I nostri stipendi, conti correnti, mutui da quel momento in poi erano in euro. È …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/01/01/i-primi-20-anni-delleuro-le-cose-non-dette/