Gli Stati Uniti d’Europa per uscire dalla crisi!

Macron offre un’alleanza al Parlamento europeo per riformare l’UE

Il Presidente francese Macron ieri al Parlamento europeo ha rotto la prassi e invece di un discorso solenne ha fatto un vero dibattito con i parlamentari sul futuro dell’Europa. Si è trattato di una scelta coerente con l’esplicito riconoscimento del ruolo del Parlamento europeo come rappresentante legittimo della sovranità dei …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/04/18/macron-offre-un%e2%80%99alleanza-al-parlamento-europeo-per-riformare-l%e2%80%99ue/

Gli interessi generali soccombono sotto quelli delle singole forze politiche

Il realismo politico è una delle più antiche e affermate tradizioni teoriche occidentali. Nella sua versione contemporanea si fonda sull’idea della ragion di Stato. In realtà si dovrebbe parlare di “ragion di potere”, perché la logica del potere si manifesta a diversi livelli di analisi. Oltre alla ragion di Stato, …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/03/26/gli-interessi-generali-soccombono-sotto-quelli-delle-singole-forze-politiche/

La crisi dei partiti e la soluzione europea

Molte acute analisi della situazione italiana sono state fatte alla luce dei risultati elettorali. Molti si interrogano in particolare sulle ragioni della disfatta del PD e di LeU. Ma queste riflessioni sono svolte principalmente da una prospettiva interna, talvolta con analogie con quanto accade negli altri Paesi. Ma ci sono …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/03/13/la-crisi-dei-partiti-e-la-soluzione-europea/

Il 4 marzo scegliamo che futuro dare al nostro Paese

La posta in gioco il 4 marzo non è solo la scelta del nuovo governo, o la composizione del prossimo parlamento, ma il destino del nostro Paese. La sfida è tra un’Italia europea – l’Italia di chi vuole costruire il futuro e dare ai giovani di oggi e delle generazioni future la possibilità di vivere in un mondo in cui i valori di libertà, democrazia e giustizia siano più forti, e in cui il progresso scientifico, tecnologico, economico sia al servizio della qualità della vita; e la chiusura nazionalista, il ripiegamento su una fittizia e anacronistica sovranità nazionale, nell’impossibile tentativo di proteggersi fuggendo dalle sfide del nostro tempo.

Nel mondo dell’interdipendenza globale – ormai fatto irreversibile, che si può cercare di negare con scelte politiche suicide, capaci solo di provocare disastri – e del dominio delle potenze di dimensioni continentali, l’Europa unita è l’unica possibilità che abbiamo di poter difendere i nostri valori, i nostri interessi, il nostro modello di società solidale. La sovranità vera, quella che ci permette di avere un ruolo efficace nel mondo, la possiamo recuperare solo in questo modo: non chiudendoci nei nostri confini, ma costruendo una vera sovranità europea. Questo vale per tutti gli Stati europei, e per l’Italia in particolare.
Ecco allora che pensando a cosa scegliere il 4 marzo bisogna avere bene in mente questa alternativa. In queste settimane il Movimento Federalista Europeo ha fatto incontri con i candidati, e ha sottoposto loro un Impegno con richieste precise sulla politica nazionale (sottolineando la necessità delle riforme nazionali e del risanamento finanziario), e parallelamente sulle scelte europee, per sostenere le riforme istituzionali e politiche che sono indispensabili all’Unione europea per diventare veramente unita e capace di agire, per proteggere i cittadini e rafforzare l’uguaglianza sociale, creare lavoro di qualità, proteggere l’ambiente. Le adesioni sono state numerosissime, le trovate sul nostro sito www.mfe.it e su Facebook Movimento Federalista Europeo (MFE), insieme al testo dell’impegno, a tante analisi e notizie. Nello specifico della nostra regione Toscana, riportiamo la lista dei candidati che hanno aderito: Caterina Bini (PD, Senato PO-PT), Benedetto Della Vedova (+Europa, Camera PO), Edoardo Fanucci (PD, Camera PT), Valeria Fedeli (PD, Senato PI), Paolo Fontanelli (LEU, Senato PI), Antonello Giacomelli (PD, Senato PO-PT), Marco Perduca (+Europa, Senato FI-PO-LU). Vi invitiamo a prenderne visione: può essere di aiuto per orientarsi riguardo alla vera sfida che domenica si gioca nelle urne.
Giulio Saputo
Segretario Movimento Federalista Europeo Toscana

Le elezioni italiane viste dagli altri europei

Nel 2017 italiani ed europei hanno osservato attentamente le elezioni nei vari Paesi, dove lo scontro tra nazionalisti ed europeisti è risultato centrale. È logico, perché il destino comune – legato alla riforma dell’Unione Europea (UE) e in particolare al completamento dell’Unione economica e monetaria – dipende anche dalle scelte …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/03/02/le-elezioni-italiane-viste-dagli-altri-europei/

La grande posta in gioco europea delle elezioni italiane

Chi non ha nulla da perdere tende a dire la verità. Il leader di Casa Pound è stato chiaro: loro sono pronti a sostenere un governo Salvini con Bagnai ministro dell’economia, perché porterebbe l’Italia fuori dall’Unione Europea e dall’Euro. D’altronde, la linea della Lega e di Fratelli d’Italia sul punto …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/02/28/la-grande-posta-in-gioco-europea-delle-elezioni-italiane/

E se Salvini fosse incompatibile con la Costituzione italiana?

Nelle ultime settimane Matteo Salvini sta dando vita ad una vera e propria escalation di affermazioni palesemente contrarie alla lettera e allo spirito della Costituzione italiana, dei Trattati europei e delle normative vigenti.
Ha iniziato sostenendo che per lui le regole europee non esistono, sebbene siano giuridicamente vincolanti. Che i vincoli …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/02/09/e-se-salvini-fosse-incompatibile-con-la-costituzione-italiana/

La violenza sovranista mette a rischio la democrazia

Quando i fatti contraddicono il nostro modo di pensare consolidato abbiamo due possibilità: cambiare modo di pensare o negare i fatti, minimizzarli, derubricarli ad eccezione. Cambiare modo di pensare è faticoso, difficile. Ci costringe a trovare nuove spiegazioni, magari nuovi comportamenti. Mettere la testa sotto la sabbia invece è facile …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/02/07/la-violenza-sovranista-mette-a-rischio-la-democrazia/

L’Unione Europea non c’entra nulla con la sentenza su Gesù e Maria

Grande scalpore ha fatto la sentenza della Corte europea dei diritti umani contro la Lituania sull’utilizzo in ambito pubblicitario di immagini relative a Gesù e Maria. Non entro nel merito della sentenza, ma vorrei ricordare che non si tratta di una corte dell’Unione Europea, contrariamente ai titoli di molti giornali …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/01/31/l%e2%80%99unione-europea-non-c%e2%80%99entra-nulla-con-la-sentenza-su-gesu-e-maria/

La vera linea del M5S: fuori dall’Euro e dall’UE

I romani avevano ragione: verba volant scripta manent. Le parole volano e gli scritti restano. Vale anche per gli atti parlamentari. Anche per quelli del Movimento 5 stelle, che ci aiutano a capire la loro vera linea sull’Europa, più delle parole contraddittorie che sprecano in questo periodo.
Il futuro dell’Italia dipende …

CONTINUA A LEGGERE QUI: http://castaldi.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/01/30/la-vera-linea-del-m5s-fuori-dall%e2%80%99euro-e-dall%e2%80%99ue/